Ti trovi in:

Biblioteca » Storia

Storia

di Mercoledì, 15 Ottobre 2014

La biblioteca è stata voluta, in seguito agli stimoli offerti all’amministrazione di allora dal circolo culturale giovanile che già si era dotato di una scorta di libri per rispondere alle esigenze culturali dei giovani frequentanti il circolo stesso ed è stata inaugurata l’8 agosto 1970. Uno stock di 250 libri ne aveva permesso l’apertura e grazie all’assessore provinciale alle Attività Culturali di allora, dott. Guido Lorenzi, con un contributo di Lire 2.000.000 che aveva consentito un sensibile incremento librario.

Il 3 aprile dello stesso anno 1970 era stato approvato il nuovo statuto dell’istituenda biblioteca ed era pure stato nominato il direttore bibliotecario nella persona del responsabile del circolo culturale giovanile Luigi Panizza.

La biblioteca all’inaugurazione contava 1.500 libri dei quali un migliaio di proprietà comunale acquistati con fondi provinciali. Questi costituivano il cosiddetto fondo fisso ed erano libri di studio. A questi si aggiungevano i romanzi di proprietà della Provincia che formavano il fondo circolante, così chiamato perché questi libri venivano concessi in prestito a rotazione alle varie biblioteche comunali del trentino.
La biblioteca veniva aperta solo dalle ore 20 alle 22. Il rapporto di lavoro del bibliotecario era definito occasionale e veniva pagato con un’indennità mensile.
In ordine alle finalità della biblioteca allora si specificava che:” Una biblioteca non può limitarsi ad un’attività di carico e scarico di libri, all’offerta di un servizio – lettura o prestito – a chi lo richiede; questo significa non sfruttare in pieno le risorse che il servizio richiede. Oggi noi avvertiamo la necessità di una cultura diffusa e di informazioni il più possibile credibili e vere. La biblioteca è soprattutto un centro di animazione culturale, capace di servire il lettore e di orientarlo; inserita nel suo ambiente, vigila nel cogliere le sue esigenze culturali, che esso esprime; è pronta a promuovere nuovi interessi ed destare determinati stimoli. E’ un mezzo idoneo all’elevazione culturale e sociale dell’uomo; è un centro di raccolta di idee e di irradiazione di iniziative favorevoli alla formazione dell’individuo”.

Dalla sua fondazione la biblioteca ha fatto notevoli passi avanti ed ha modificato ed ampliato, gli orari, il patrimonio i servizi e le attività culturale.
Ai libri ed alle riviste si sono aggiunti la mediateca ed i computer con servizio Internet.
L’accresciuta consistenza del patrimonio ha richiesto nel tempo maggiori spazi che hanno portato a vari cambiamenti della sede della biblioteca che attualmente si trova presso il Polo culturale (ex segheria) con ampi spazi.

Anche il personale che si è susseguito ha aumentato di volta in volta le ore di servizio. Elenco del personale addetto alla biblioteca dal 1970 ad oggi:

  • dal 1970 al 1974 Luigi Panizza
  • dal 1974 al 1978 Depetris Celestino
  • dal 1979 al 1989 tramite concorso è stata assunta in organico Depetris Maria Grazia
  • nel 1989, in seguito alle dimissioni di Maria Grazia è stata assunta, sempre tramite concorso, Paola Panizza, attualmente in servizio
  • dal 2001 con l’attuale bibliotecaria collabora Delpero Norbert come operatore di biblioteca

L’attuale biblioteca si presenta molto fornita con un patrimonio di libri, di materiale audiovisivo, di riviste per varie fasce d’età ed esigenze culturali ed offre anche la possibilità di attingere notizie da internet; il tutto previa iscrizione al servizio.

Molte sono anche le iniziative culturali promosse dalla biblioteca che vanno dalle letture animate alle mostre d’arte, a vari tipi di corsi, ai laboratori teatrali, e molte altre attività richieste dalla popolazione.