Ti trovi in:

Demografici » Elettorale » Elezioni Europee e suppletive Camera dei Deputati del 26 maggio 2019

Elezioni Europee e suppletive Camera dei Deputati del 26 maggio 2019

di Lunedì, 15 Aprile 2019
Immagine decorativa

Il giorno 26 maggio sono stati convocati i comizi elettorali per l'elezione dei membri del Parlamento Europeo spettanti all’Italia e per l'elezione suppletiva della Camera dei Deputati nel collegio uninominale n. 4 della XXVIII circoscrizione Trentino – Alto Adige.

I seggi saranno aperti nella giornata di domenica 26 maggio dalle ore 07.00 alle ore 23.00.

Per maggiori informazioni entrare nella presente sezione.

COME DI VOTA

L'elettore, all'atto della votazione, riceverà due schede una per l'elezione dei membri del Parlamento Europeo spettanti all’Italia e una l'elezione suppletiva della Camera dei Deputati nel collegio uninominale n. 4 della XXVIII circoscrizione Trentino – Alto Adige.

Per l'elezione dei membri del Parlamento Europeo spettanti all’Italia il voto si esprime tracciando una X su un unico simbolo di partito o di coalizione. Accanto a ogni simbolo ci sono anche tre spazi bianchi, su cui si possono scrivere fino a tre cognomi di candidati di quella lista (è il sistema delle cosiddette “preferenze”). L’indicazione delle preferenze è facoltativa: il voto sarà considerato valido se ci sarà anche solo un X. Non è permesso il cosiddetto voto disgiunto, cioè votare un partito e contemporaneamente scrivere il cognome di un candidato in un altro partito.

Per l’elezione della Camera dei deputati il voto si esprime tracciando con la matita copiativa un segno sul contrassegno della lista prescelta ed è espresso per tale lista e per il candidato uninominale ad essa collegato. Se è tracciato un segno sul nome del candidato uninominale il voto è espresso anche per la lista ad esso collegata e, nel caso di più liste collegate, il voto è ripartito tra le liste della coalizione in proporzione ai voti ottenuti nel collegio.

TESSERE ELETTORALE

Smarrimento, furto o deterioramento

In caso di furto o smarrimento si può richiedere il duplicato all’ufficio Elettorale.

Si può ottenere il duplicato anche in caso di deterioramento della tessera: basterà presentarsi all’Ufficio Elettorale con la vecchia tessera da restituire.

Nei casi in cui non sia possibile il rilascio di una nuova tessera, l’ufficio Elettorale potrà comunque rilasciare agli interessati un attestato sostitutivo da presentare al seggio e valevole esclusivamente per la singola elezione.

Esaurimento spazi tessera elettorale

In caso di esaurimento di tutti i diciotto spazi disponibili nella tessera elettorale per la certificazione del voto, ci si  potrà rivolgere all'ufficio Elettorale, per ottenere il rilascio di una nuova tessera.

VOTO ASSISTISTO AL SEGGIO E VOTO DOMICILIARE

Voto assistito

Gli elettori ciechi, amputati alle mani, affetti da paralisi agli arti superiori possono farsi accompagnare in cabina da una persona di fiducia per essere aiutati nelle operazioni di voto.

Se l’impedimento non è evidente per farsi accompagnare in cabina devono munirsi di un certificato medico rilasciato gratuitamente dall’Azienda Sanitaria che attesti che l’elettore non può esprimere da solo il voto.

Il certificato medico può anche essere presentato all’ufficio Elettorale che annoterà sulla tessera elettorale il diritto al voto assistito. L’interessato non avrà quindi più bisogno di presentare per ogni elezione un nuovo certificato medico.

Voto elettori non deambulanti

Gli elettori non deambulanti possono votare in qualsiasi sezione elettorale del Comune contraddistinta con l’apposito simbolo, esente da barriere architettoniche, accessibile mediante sedia a ruote e dotata di apposita cabina che consente agevolmente l’accesso per l’espressione del voto.

Tutti gli elettori non deambulanti potranno votare previa esibizione, unitamente alla tessera elettorale personale, di attestazione medica rilasciata dal funzionario medico designato dall’Azienda sanitaria.

Voto domiciliare

Gli elettori affetti da grave infermità tali da impedirne l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano, che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali e gli elettori affetti da gravissime infermità tali da impedirne il trasporto con l’ausilio dei servizi di trasporto organizzati dai comuni sono ammessi al voto nella propria dimora.

Tali elettori, nel periodo compreso tra il 40°e il 20° giorno antecedente la data della votazione e cioè tra il 16 aprile al 6 maggio 2019, devono far pervenire al Sindaco del comune nelle cui liste sono iscritti la dichiarazione attestante la volontà di votare presso la propria dimora, indicandone l’indirizzo completo. A tale dichiarazione devono essere allegati la copia della tessera elettorale e un certificato medico rilasciato dal funzionario medico designato dall’Azienda sanitaria attestante l’infermità fisica e la dipendenza vitale da apparecchiature elettromedicali o la gravissima infermità e l'intrasportabilità.

In particolare il certificato medico, di data non anteriore al quarantacinquesimo giorno antecedente la data della votazione, deve attestare l'esistenza delle condizioni di infermità con prognosi di almeno sessanta giorni decorrenti dalla data di rilascio del certificato medico, ovvero delle condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali.

Le attestazioni mediche sono rilasciate gratuitamente ed in esenzione da qualsiasi diritto o applicazione di marche.

 

Questionario di valutazione
E' stata utile la consultazione della pagina?
E' stato facile trovare la pagina?

Inserisci il codice di sicurezza che vedi nell'immagine per proteggere il sito dallo spam